fbpx

Perché il pistacchio di Bronte costa…!?

Oggi finalmente spiegheremo perché il pistacchio costa tanto rispetto il pistacchio estero.
Sicuramente non sa il lavoro che c’è dietro ogni singolo chicco.

PREMESSA

Partiamo dalla premessa che in generale il pistacchio è un’ottima fonte di nutrizione con tantissime sostanze benefiche sia che sia estero che quello di Bronte.

Il pistacchio di Bronte sicuramente è considerato nel mondo culinario e tra gli esperti di nutrizione il migliore al mondo. Questo non per caso, ma per le sue qualità e proprietà organolettiche e per la sua ricchezza nutrizionale unica nel genere.

CARATTERISTICHE PEDOCLIMATICHE

Il pistacchio cresce in un terreno di origine lavica, questo perché tutto il territorio di Bronte fu ricoperto in passato dalle colate laviche dell’Etna. Le colate resero i terreni Brontesi in una prima fase deserti e incolti. Fin quando però non si scoprì che l’unica pianta a crescere bene e a dare preziosi frutti era il pistacchio portato in Sicilia dagli arabi.

Quindi dal disagio del magma che rase al suolo un intero territorio nasce quello che oggi è il Pistacchio verde di Bronte D.O.P. conosciuto in tutto il mondo. Il clima del territorio brontese è caratterizzato da una forte escursione termica e precipitazioni con medie annuali più elevate rispetto ad altre zone agricole della provincia etnea.


PROPRIETA’ ORGANOLETTICHE del Pistacchio di Bronte

L’insieme di questi fattori conferiscono al frutto particolari caratteristiche di qualità come il colore verde intenso, forma allungata, sapore aromatico e alto contenuto in acidi grassi monoinsaturi dei frutti, minerali, vitamine del gruppo B antiossidanti e tante altre sostanze https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/pistacchi-bronte.html

PRODUZIONE

Il pistacchio di Bronte inoltre è molto raro, perché riguarda solo lo 0,8% della produzione mondiale e i terreni lavici non permettono di allargare la coltivazione nonostante la richiesta è elevata.

Altro elemento importantissimo che fa aumentare i costi del prodotto è il fatto che il pistacchio viene raccolto 1 volta ogni 2 anni, ciò significa che l’agricoltore se quest’anno potrà raccogliere e vendere il suo pistacchio l’anno successivo dovrà lavorare comunque la pianta con diserbo, potatura, irrigazione ecc. ma non ne raccoglierà il “frutto”. Si perché la pianta del pistacchio di Bronte si prende un anno di riposo.

RACCOLTA del Pistacchio di Bronte

Ma non è finita qui! Ci sono anche altre ragioni del perché il pistacchio di Bronte costa tanto, tra cui le modalità di raccolta e di lavorazione. Le piante del pistacchio di Bronte vengono esclusivamente lavorate a mano a partire da potatura, trattamenti fitosanitari, diserbo, concimazione ecc. Tutte queste fasi non possono essere effettuate con mezzi agricoli per via del terreno discosceso. Di conseguenza anche la raccolta del pistacchio di Bronte avviene manualmente mediante bacchiatura sulle reti o per brucatura, utilizzando panieri avendo cura di impedire che i frutti cadano per terra. Successivamente i pistacchi vengono trasportati sempre in spalla per essere poi smallati (tolto il mallo morbido esterno) meccanicamente e selezionati con molta cura.

Una volta in guscio deve essere immediatamente essiccato al sole su delle reti o con appositi essiccatori dove il pistacchio perde ulteriore peso per via dell’asciugatura. Sono per tanto necessari spazi per l’asciugatura, e si può intuire che dalla pianta al prodotto finito tra smallatura, asciugatura, sgusciatura il pistacchio perde tanto peso. Ecco di seguito qualche foto dei terreni lavici che chi lavora in campagna e chi no potrà immedesimarsi nella difficoltà di lavorare terreni simili.

Bronte Store
Cosa dicono i nostri clienti
4.82 valutazione (248 recensioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa dicono i nostri clienti
248 recensioni